La risposta emotiva espressa e silente dei professionisti delle relazioni di aiuto

Caricamento Eventi

Start Date - End Date

gen 21, 2016 - gen 21, 2016

Start Time - End Time

17:00 - 18:30

Event Location

Cost

€470

Organizzatore

Phone

Email

Website

Dettagli evento
Category:
Tags:, , , ,
Share this:
Description

Le proposte di formazione del Ruolo Terapeutico di Trento sono rivolte a tutti coloro che nell’ambito privato e in quello pubblico delle istituzioni, dei servizi e del privato sociale sono professionalmente impegnati in relazioni di aiuto alla persona.
Da sempre il Ruolo Terapeutico rifiuta l’insegnamento di una teoria che pretenda di spiegare tutto ciò che avviene nel processo di cura e mette in primo piano, quali dati insegnabili, gli elementi costitutivi della struttura delle relazioni di aiuto (principi, ruoli, setting ecc. )

Fondamenti della nostra teorizzazione sono la distinzione concettuale tra ruolo e funzione, tra struttura e processo e inoltre il principio della libertà e della responsabilità del soggetto. Ne consegue che la responsabilità di ciò che avviene è condivisa fra i due interlocutori, coerentemente con la rinuncia dell’operatore, e contro le aspettative del paziente, alla pretesa di sapere già, in base a saperi e a teorie codificati, ciò che avviene nella mente altrui.
Il processo terapeutico è dunque un viaggio di ricerca e di scoperta che si svolge in una prospettiva di condivisione.
Ecco perché la formazione de Il Ruolo Terapeutico di Trento non si fonda sulla trasmissione di una dottrina, ma sull’esperienza di lavoro in gruppo su casi e situazioni cliniche. Ciò permette all’operatore in formazione non l’apprendimento di teorie oggettivanti, ma la conoscenza di se stesso e del suo modo di ricevere la domanda di aiuto e di rispondervi.

Il seminario organizzato da Il Ruolo Terapeutico è quindi fondato su un insegnamento “forte” degli aspetti strutturali delle relazioni di aiuto e terapeutiche e su un accompagnamento personalizzato di ciascun partecipante nel processo di assimilazione e introiezione delle prerogative del ruolo.
Per i colleghi che desiderano prestare sistematicamente attenzione a questi aspetti del loro lavoro, il Ruolo Terapeutico ha istituito per il 20165 un gruppo per la formazione permanente strutturato in momenti teorici e discussioni esperenziali guidate da esperti con l’aiuto di casi clinici con frequenza quindicinale

DESTINATARI
Sono stati richiesti crediti ECM per: infermieri, educatori professionali, tecnici della riabilitazione in psichiatria, medici, psicologi, terapeuti occupazionali, assistenti sociali, fisioterapisti. Tecnici motricità e psicosomatica in età evolutiva

OBIETTIVI GENERALI

Il corso è finalizzato allo sviluppo continuo professionale attraverso i seguenti obiettivi:

Essere in grado di riconoscere i fattori emotivi presenti nella presa in carico delle situazioni in trattamento.
Essere in grado di riconoscere i movimenti affettivi dell’operatore alle prese con l’intensa onda emotiva prodotta dall’utente.
Essere in grado di riconoscere l’influenza dei movimenti affettivi ed emotivi sulla risposta operativa.
Essere in grado di riconoscere i meccanismi di difesa adottati dall’operatore e dal gruppo in situazioni ad alta espressività emotiva.
Conoscenza della struttura delle relazioni di aiuto
Conoscenza degli ambiti in cui si richiede l’approfondimento degli aspetti emotivi
Conoscenza delle metodologia della analisi dei casi in riferimento agli aspetti emozionali
Conoscenza del lavoro di gruppo e individuale come strumento di analisi
Conoscenza delle dinamiche istituzionali

OBIETTIVI SPECIFICI
Saper fare una auto valutazione delle modificazioni del modo di operare in seguito al lavoro di approfondimento
Essere in grado di utilizzare le risorse del gruppo di lavoro per riconoscere e governare gli aspetti emotivi personali e di gruppo.
Essere in grado di “mettersi in gioco” mantenendo la responsabilità del ruolo determinato dalle competenze, dalla professionalità e dalla mission del servizio
Essere capace di usare il gruppo, attraverso la verifica tra pari, per aumentare le proprie potenzialità di cura
Saper utilizzare le diverse professionalità per dare risposte multidimensionali ai variegati problemi dei pazienti

METODILOGIE DIDATTICHE
Lezioni ex cattedra
Lavoro in piccoli gruppi coordinati da conduttori su casi clinici
Plenaria in cui vengono riportati gli elaborati dei piccoli gruppi
PROGRAMMA

21 gennaio 2016 dalle 17,00 alle 18,30 Rispondere alla domanda di aiuto: con caso clinico
04 febbraio dalle 17,00 alle 18,30 rispondere alla domanda di aiuto. con caso clinico
18 febbraio dalle 17,00 alle 18,30 la relazione di aiuto: con caso clinico
03 marzo dalle 17,00 alle 18,30 il concetto di fiftyi fifty nelle relazioni di aiuto: con caso clinico
17 marzo dalle 17,00 alle 18,30 il concetto della simmetria nelle relazioni di aiuto: caso clinico
31 marzo dalle 17,00 alle 18,30 il concetto della simmetria nelle relazioni di aiuto: caso clinico
14 aprile dalle 17,00 alle18,30 la responsabilità e la libertà nelle relazioni di aiuto:un caso clinico
28 aprile dalle 17,00 alle 18,30 la responsabilità e la libertà nelle relazioni di aiuto:un caso clinico
12 maggio dalle 17,00 alle 18,30 la relazione di aiuto dalla parte dell’operatore:un caso clinico
26 maggio dalle 17,00 alle 18,30 la relazione di aiuto dalla parte dell’operatore: un caso clinico
09 giugno dalle 17,00 alle 18,30 la relazione bisogno, desiderio e domanda di aiuto
08 settembre dalle 17,00 alle 18,30 la relazione bisogno, desiderio e domanda di aiuto
22 settembre dalle 17,00 alle 18,30 la relazione bisogno, desiderio e domanda di aiuto
06 ottobre dalle 17,00 alle 18,30 curato e curante: due persone in relazione
20 ottobre dalle 17,00 alle 18,30 la risposta del curante e il suo mondo interno: un caso clinico
03 novembre dalle 17,00 alle 18,30 la risposta del curante e il suo mondo interno: un caso clinico
17 novembre dalle 17,00 alle 18,30 la risposta del curante e il suo mondo interno: un caso clinico
01 dicembre dalle 17,00 alle 18,30 il movimentotrasferale dell’operatore nelle situazioni complesse
15 dicembre dalle 17,00 alle 18,30 cosa abbiamo acquisito

I conduttori degli incontri sono:
Dott Domenico Marcolini Psicologo, docente della scuola del “Ruolo terapeutico” di Milano riconosciuta dal MIUR legge 56/89
Dott. Dania Capellini psicologa, picoterapeuta, docente della scuola del “Ruolo terapeutico” di Milano riconosciuta dal MIUR legge 56/89
Assistente sociale Zanoni Anna, Assistente sociale docente della scuola del “Ruolo terapeutico” di Milano riconosciuta dal MIUR legge 56/89

Il gruppo sarà composto da un minimo di 12 a un massimo di 15 membri

La tassa di iscrizione è di Euro 470 da versarsi all’atto dell’iscrizione con bonifico bancario a Il ruolo terapeutico di Trento UniCredit banca fil S. Antonio Trento IT58 C 02008 01806 0000 40040490. La tassa di iscrizione comprende l’abbonamento alla Rivista “Il Ruolo Terapeutico”

Per l’iscrizione inviare la scheda allegata a ilruolterapeuticoditrento@gmail.com e per informazioni telefonare a Domenico Marcolini 0461233107 o a , Anna Zanoni 0461827965

Si rilascia certificato di frequenza a coloro che avranno partecipato al 80% degli incontri e 36 crediti ECm ai professionisti sanitari che avranno partecipato al 100% delle sessioni.

__________________________________________________________________________

Scarica il programma del corso

GFP 2016 programma