Presentazione del libro “L’utopia del possibile. Anna Freud tra pedagogia e psicoanalisi” di Adriana Grotta e Paola Morra

Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.
Description

Presentazione del libro “L’utopia del possibile. Anna Freud tra pedagogia e psicoanalisi” di Adriana Grotta e Paola Morra

“Educare e curare: quali sfide ci pone il mondo contemporaneo nell’accompagnare la crescita dei bambini e degli adolescenti? Anna Freud, pedagoga e psicoanalista, è una figura centrale per il rigore metodologico che caratterizza la sua opera e che si accompagna a un’ampiezza di vedute della sua ricerca rimasta a tutt’oggi insuperata.”

Il libro contiene gli Atti del Convegno del 10-11 Ottobre 2014, preceduti da due prefazioni (M.Fabbri e A. Castiello d’Antonio) e da un’ introduzione di R. Caldin. Offre un ampio inquadramento storico, accompagnato da una ricca bibliografia, del percorso che ha condotto Anna Freud dal suo ruolo di pedagoga psicoanaliticamente informata a psicoanalista consapevole dell’esistenza anche di una funzione pedagogica della psicoterapia. La prima sessione ne illustra le tappe e mostra il rapporto non sempre facile tra le due discipline. Il tema centrale è l’attualità dell’opera di Anna Freud oggi, trattato da chi ha conosciuto dall’interno le trasformazioni dell’istituto da lei fondato nell’arco di trent’anni (A. Grotta) e da chi, svolgendovi oggi la sua attività, testimonia il ruolo ispiratore della sua opera sugli sviluppi attuali della clinica e della ricerca (N.Midgley). P. Morra pone invece degli interrogativi sul potere esplicativo di alcuni capisaldi della teoria annafreudiana alla luce delle trasformazioni socioculturali e tecnologiche del mondo attuale. Il panel di discussione, guidato da R. Caldin, mostra come professionisti diversi abbiano utilizzato, in modo più o meno esplicito, l’eredità che Anna Freud ha lasciato nell’ambito dell’odierna cultura dell’infanzia. La seconda sessione, dedicata all’adolescenza e condotta da Lenio Rizzo, affronta, grazie alla relazione di F. Houssier, il tema della costruzione della teoria psicoanalitica dell’adolescenza, fortemente radicato nella storia personale di Anna, a partire dalla doppia esperienza di pedagoga e psicoanalista. Il panel che segue porta esempi di buone pratiche nel lavoro con gli adolescenti. La terza sessione, dedicata alla primissima infanzia, è aperta dalla relazione di Emanuela Cocever sull’educazione attiva e sugli incroci fecondi che, a partire dai primi anni del secolo scorso, hanno ispirato la costruzione di un nuovo modello di cura del bambino piccolo. Anna Freud proveniva dallo stesso background culturale della pedagogista e pediatra Emmi Pikler e condivideva la fiducia in una educazione rispettosa della libertà del bambino anche con la pedagogista e psicoanalista russa Vera Schmidt. Anche qui il panel, condotto da Giancarlo Rigon, ha testimoniato la ricchezza delle esperienze che uniscono prevenzione e cura nella prima infanzia. Chiude il volume la traduzione del breve scritto di Anna Freud “Al di là della nevrosi infantile”, inedito in italiano.

LE AUTRICI:

Adriana Grotta

È psicologa e psicoterapeuta psicoanalitica. Socia di Psicoterapia e Scienze Umane, ha compiuto parte della sua formazione presso il Centro Anna Freud di Londra. Lavora privatamente con pazienti in età evolutiva e adulti. Insegna psicologia psicoanalitica dello sviluppo presso diverse scuole di specializzazione in psicoterapia psicoanalitica, tra le quali la scuola del Ruolo Terapeutico.

Paola Morra

È psicologa e psicoterapeuta psicoanalitica. Lavora privatamente a Milano e a Bologna con pazienti in età evolutiva e adulti. È socia e docente dell’istituto di Psicoterapia del bambino e dell’adolescente (PSIBA) di Milano

Condurrà la serata Massimo Gemme

A concludere, un brindisi di saluto.

Start Date - End Date

set 20, 2017 - set 20, 2017

Start Time - End Time

19:00 - 20:30

Event Location

Via G. Milani 12, , Milano, 20133 Italia

Categoria

Organizzatore

Il Ruolo Terapeutico

Phone

02 70636457

Share This